giovedì 20 aprile 2017

Programma CONFERENZE 3° Castle Vegetarian Festival

Programma CONFERENZE
3° Castle Vegetarian Festival
Sarzana (SP) 28-29-30 Luglio 2017
Fortezza Firmafede
 
 
Qui di seguito il programma completo ed il dettaglio delle Conferenze del 3° Castle Vegetarian Festival sul Palco Principale (ore 19:00):
 
Venerdì 28 Luglio
Titolo Conferenza:
" Miti sulla dieta vegana, sulla frutta e sugli Animali "
 
Relatori: 
FRANCESCA ANDREAZZOLI
AIDA VITTORIA ELTANIN
CHRISTIAN LUCIANI
 
ore 19.00 Palco Principale
 
Dettagli relatori:

FRANCESCA ANDREAZZOLI
 
La Dottoressa Francesca Andreazzoli è Medico Chirurgo Omeopata Unicista e Floriterapeuta di Bach, la drssa Andreazzoli, medico specialista in Ematologia,  si occupa da anni di Medicina Olistica; ha un Master in Floriterapia Psicodinamica e uno in Psicoanalisi Evolutiva Integrata.
 
Sostenitrice dell'importanza di un'alimentazione a base vegetale per la prevenzione e la cura delle patologie, la utilizza come uno dei pilastri terapeutici nella cura della persona, in particolare nel malato oncologico, secondo le più recenti evidenze scientifiche e si occupa della divulgazione del rapporto cibo-salute con pubblicazioni e conferenze in varie città d'Italia.
 
Attualmente sta conseguendo un Master Universitario di secondo livello in Oncologia Integrata presso l'Università Marconi di Roma.
 
Maggiori informazioni sulla Dottoressa Francesca Andreazzoli.
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pisa.
Diploma di specializzazione in Ematologia di Pisa.
Diploma triennale Omeopatia Classica Hannemaniana presso ALMA Homeopathic (Direttore Dr. Alfredo Lubrano-LUIMO).
Tra gli altri citiamo:
Corso di iridologia di primo e secondo livello presso l’Accademia Jean Monnet di Genova (dr.Silvano Sguario).
Corso di iridologia di primo e secondo livello presso l’Associazione Iridologica Italiana.
Corso di Idroterapia presso la Scuola di Naturopatia Paul Carlton (Direttore Dr. L.Campagnaro).
Master in Floriterapia Clinica (Dr E. Paolelli, Società Italiana di Floriterapia).
Corso primo e secondo livello di Floriterapia (Bach International Education Programme). Master in Floriterapia Integrata (Dr Ricardo Orozco).
Master in Floriterapia Psicodinamica (Prof Claudia Valsecchi)
Seminari settimanali presso la Clinica Omeopatica Santa Croce (Orselina-Locarno) con il  dott. Spinedi (approccio omeopatico unicista al paziente oncologico).
 
Fa parte di:
Associazione Iridologica Italiana;
Società italiana di Omeopatia e Medicina Integrata;
Società scientifica di Nutrizione vegetariana;
Associazione Ricerca Oncologica e Terapie integrate.
 
Ha all’attivo numerose pubblicazioni e ha recentemente collaborato alla stesura dei volumi “Frutta” e “Alimentazione naturale per bambini” Edizioni Gribaudo.
Tiene incontri e conferenze in tutta Italia.

*******
AIDA VITTORIA ELTANIN
Aida si è Laureata in Lingue e Letterature straniere col massimo dei voti, è stata presidente e volontaria di un'associazione informazioni donne, e ha conseguito un Certificato post-laurea in  Women's Health (Salute delle Donne) organizato dal Key Center for Women's Health in Society (ora CWHGS) presso l' Università di Melbourne, in Australia.
 
Queste ed altre esperienze e collaborazioni, come con l'autrice americana Leonore Tiefer, l'hanno aiutata a vedere la crescente medicalizzazione della salute femminile, e ad  applicare una lente di genere anche nel campo dell' alimentazione, portandola ad approfondire il ruolo di vari fattori sociali sulle nostre scelte a tavola.
 
Il suo obiettivo è aiutare sempre più donne e uomini a scegliere un'alimentazione senza cibi animali (vegana), sia fornendo un aiuto pratico attraverso ricette, lezioni e gruppi di supporto, sia collaborando con varie figure del mondo vegano al fine di fornire informazioni, promuovere un dibattito sociale e rimuovere quegli ostacoli e miti che allontano molte persone dal provare i tanti benefici di una dieta a base vegetale.
 
Aida è  l'autrice dei libri:
"La Dieta di Eva"
"Le Tentazioni di Eva"
"La Salute di Eva"
"In Frutta Veritas"
 
Pagina FB: Aida Vittoria Eltànin Autrice Vegana

*******

CHRISTIAN LUCIANI
 
Christian Luciani è socio fondatore dell’Ippoasi “Fattoria della pace” . L’associazione di volontariato IPPOASI gestisce il santuario Fattoria della Pace, che sorge nel cuore verde del Parco di San Rossore a San Piero a Grado (Pi) ed ospita diversi animali cosiddetti da “reddito” (mucche, asini, cavalli, maiali, capre, galli, galline, conigli) salvati da varie associazioni animaliste da morte certa. In effetti la fattoria svolge un duplice ruolo, quello di rifugio per animali domestici, ma soprattutto di polo per l’educazione ambientale e l’agricoltura sociale.
Gli animali, sottratti da situazioni di profonda sofferenza, approdano in questo luogo dove ritrovano la propria natura e dignità, liberi di muoversi nei tre ettari a disposizione senza impedimenti e godendo della compagnia l’uno dell’altro.
Sito: Ippoasi

*******
Sabato 29 Luglio

Titolo Conferenza:

" L' Alimentazione a base vegetale per la prevenzione e la terapia dei tumori,  basi scientifiche ed indicazioni pratiche. "

 
Relatrice: 
MICHELA DE PETRIS 
 
ore 19.00 Palco Principale
 
Dettagli relatrice:

MICHELA DE PETRIS
Nata a Milano.
Laurea con lode in Medicina e Chirurgia nel 2000 a Milano.
Specialità con lode in Scienza dell'Alimentazione nel 2004 a Milano.
Incarico di Medico Ricercatore in studi di intervento alimentare presso l'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano fino al 2008.
Già Medico specialista dell’Ospedale San Raffaele di Milano.
Dietologa libero professionista presso il Centro di Medicina Integrata Artemedica di Milano.
Esperta in alimentazione vegetariana, vegana, crudista, macrobiotica e nella terapia nutrizionale del paziente oncologico.
Membro del Comitato Medico Scientifico dell’Associazione Vegani Italiani (ASSOVEGAN) e dell'Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale (ICEA).
Docente di Nutrizione Clinica nei corsi di Alimentazione e Benessere indetti dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Milano.
Relatrice del Master di Formazione Veganic accreditato ECM
 
Membro della RETE Nu.V.E.P. (professionisti per la nutrizione a base vegetale in età pediatrica – RETE FAMIGLIA VEG) della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana SSNV
 
In regola con il programma di Educazione Continua in Medicina e l’acquisizione dei relativi crediti formativi ECM
 
Autrice dei libri:
 “Scelta Vegetariana e Vita in Bicicletta”, Il Pensiero Scientifico Editore  (aprile 2012)
“Buono Sano Vegano”, Mondadori (marzo 2015)
“Mangio Sano Cucino Vegan”, Macroedizioni (giugno 2015)
Pagina Facebook: Michela Dottoressa De Petris

*******
Domenica 30 Luglio
Titolo Conferenza
" LiberAzione (romanzo animico) "

 
Relatore: 
ANDREA PIETRANGELI
 
ore 19.00 Palco Principale
 
Dettagli relatore:

ANDREA PIETRANGELI
 
Musicista, cantante, compositore, grafico pubblicitario, scrittore, infine alleggeritore, Andrea Pietrangeli è un artista poliedrico, ma soprattutto un uomo alla scoperta di se stesso e della propria coscienza, pronto a mollare tutto per riuscirci. Una scelta maturata nel 2004 quando a soli 35 anni era già all'apice della carriera come Art Director di varie società di marketing e amministratore unico di una società di grafica pubblicitaria romana. Quell'anno morì suo padre e lui, ormai giunto “nel mezzo del cammin”, di lì a poco decise di liberarsi dalle catene che stavano spegnendo la sua creatività, destinata da quel momento a imboccare strade inesplorate. La rinuncia al “posto fisso” è stata il primo passo per allinearsi ai grandi cambiamenti che il pianeta ancora oggi sta velocemente attraversando.
 
Nel 1986, giovanissimo, esordisce come cantautore e chitarrista in vari locali di Roma, città dove è nato ed è sempre vissuto, per poi collaborare con la casa discografica Ricordi e con il produttore Alessandro Colombini (A. Venditti e L. Dalla). Anni intensi che lo hanno portato a comporre oltre 150 brani musicali e a esibirsi anche in televisione con la sua band (Striscia la notizia per un'intera stagione), a collaborare successivamente con Umberto Tozzi e come supporter alle tournée di Paolo Belli, ex cantante dei Ladri di Biciclette.
 
Con la morte del padre, capisce che la brevità della vita terrena non ci consente sconti e inizia il suo percorso interiore dedicandosi a studi di filosofia, spiritualità e psicologia. Un viaggio nel Deserto del Sinai lo convince a proseguire nel “cammino” anche fisico verso la conoscenza. Al ritorno partecipa come relatore e conduttore a laboratori sperimentali e, insieme a piccoli gruppi di amici, sperimenta direttamente il corpo e i suoi limiti con periodi di digiuno, meditazione, pratiche sciamaniche, cambi drastici di alimentazione, che anticipano stili di vita ormai diffusi. Nel suo nuovo ruolo di “coach” Pietrangeli conduce in tutta Italia corsi di studio e laboratori sperimentali, dove condivide le sue esperienze interiori con metodo scarno e leggero, avvalendosi di slide e filmati in grado perfino di divertire, nonostante la serietà dei temi trattati, come la morte e l’immortalità dell’anima. In molti lo iniziano a definire “Alleggeritore”, tanto è grande il suo impegno nello sdrammatizzare e restituire fiducia a chi si trova in difficoltà.
 
Andrea Pietrangeli alimenta l'ottimismo: non serve lamentarci delle difficoltà che incontriamo, la vita è un'occasione da non perdere anche quando ci imbattiamo nel dolore, nella malattia (soprattutto). Anche la morte può essere rinascita, perché tutto è dentro di noi ed è lì che dobbiamo cercare la chiave dell'equilibrio interiore. Lo psicodramma, gli esercizi di meditazione, l'autoanalisi e il confronto diretto sono alla base di questi appuntamenti. Negli anni il bacino di persone che lo seguono diventa sempre più ampio, crescono le testimonianze sui risultati raggiunti. Queste esperienze dirette si trasformano in materiale utile per la stesura del suo primo libro di saggistica, Manuale di Risveglio – Il primo reale passo verso la felicità (Ed. Anima Milano – 2011). Nel frattempo Pietrangeli diventa docente presso la scuola di Psicosofia di Bassano Romano e conduce numerose conferenze su  temi come Creatività e denaro – Il significato nascosto delle favole – I demoni dei Chakra – Lo spirito diventa carne – Simbologia e uso delle energie femminili.
 
Un nuovo interesse per l'Astrologia Karmica lo aiuta a comprendere come le diversità tra gli uomini siano da rispettare e da non giudicare: ognuno ha un suo percorso e una sua sfida, influenzata dalle stelle. Nell’aprile del 2012 organizza con grande successo a Roma la prima Giornata della Condivisione con i free hugs, ovvero centinaia di ragazzi che regalano abbracci ai passanti nella centralissima Piazza del Popolo.
 
Nel secondo libro, il passaggio dal saggio al romanzo è una scelta quasi obbligata che gli consente di raccontare in chiave autobiografica il suo personale risveglio. Rievoluzione – Romanzo alchemico (Ed. Spazio Interiore Roma – 2013) indica la strada per avvicinarsi alla natura e ai ritmi biologici che le città alterano, ma non rinuncia ad argomenti di attualità come l'influenza della massoneria sulla vita politica, il controllo delle masse attraverso il potere degli schermi, grandi e piccoli, che trasformano la realtà in una gigantesca illusione collettiva. I ritmi della lettura sono scanditi dai testi dei Pink Floyd, collocati alla fine di ogni capitolo. Rievoluzione nel giro di pochi mesi diventa primo in classifica delle vendite on line (Il giardino dei libri, agosto 2014) e presto diventa un musical (Rievoluzione – Un viaggio alchemico attraverso i Pink Floyd), portato in scena al Teatro Vascello di Roma con la regia di Andrea Colamedici e adattamento teatrale di Maura Gancitano. Questo show vede la partecipazione dei Fluido Rosa, la prima storica cover band italiana dei Pink Floyd.
 
Nel 2015 il richiamo per l’India non si fa attendere. Andrea dopo un periodo di lavoro musicale alle Maldive si avventura da solo per un viaggio incredibile che lo porta dapprima nel nord del paese presso il tempio del Dalai Lama (Dharamsala) e poi in una località vicina a New Delhi (Vrindavan) dove vive esperienze estreme: si ritrova a un passo dalla morte a contatto con un virus e da questo evento trova la spinta a misurarsi con l’importanza del messaggio che la malattia nasconde. L’argomento trova ampio spazio nel suo terzo libro, che è poi il suo secondo romanzo, InCarnAzione – Romanzo Cosmico (Ed. Spazio Interiore Roma – 2016), anche questo di ispirazione autobiografica. Il viaggio in India è già divenuto materia di un documentario dal nome Watching India (visibile qui), girato interamente con un telefonino, di cui lo stesso Pietrangeli è operatore e regista.
 
Per le presentazioni del terzo libro una nuova avventura: dopo aver presentato il suo lavoro a Napoli e Roma, il primo aprile 2016 inizia una serie di tappe di presentazione che da Roma lo porta a Milano: camminando a piedi sulla Via Francigena Andrea Pietrangeli ha incontrato persone e lettori che si sono anche uniti ai suoi passi durante il percorso. Il diario quotidiano dell’evento con commenti e fotografie è consultabile qui. Il libro InCarnAzione dopo aver raggiunto il primo posto delle vendite on line di settore, diventa un best seller: dopo le 3000 copie vendute in appena sei mesi ora sta per essere tradotto in altre lingue.
 
Per il futuro è già in cantiere la sceneggiatura di un film, il progetto di una scuola per anime in evoluzione e tante nuove scoperte da condividere.
 
*******
 
 
http://www.laspeziaveg.it/search/label/CVF2017

ANGOLO DELLA LETTURA al 3° Castle Vegetarian Festival


ANGOLO DELLA LETTURA
Al 3° Castle Vegetarian Festival
Sarzana (SP) 28-29-30 Luglio 2017
Fortezza Firmafede
 
 
 
Al  3° Castle Vegetarian Festival ci saranno 5 fantastiche presentazione di libri, presso lo stand GreenHopeSarzana (GHS) nell'Area Fossato,  qui di seguito il programma completo ed il dettaglio:
*******
Venerdì 28 Luglio

Autrice:  AIDA VITTORIA ELTANIN

presenta il suo libro " IN FRUTTA VERITAS "

ore 17.00 Area Fossato (Stand GHS)

 
L'obiettivo di questo libro non è quello di dare risposte certe a fruttariani e amanti della frutta, confusi tra mille miti, paure e dubbi su questo prezioso alimento, ma di mostrare i dati più affidabili e gli studi al momento esistenti su queste diete o su alti consumi di frutta, e aprire un dibattito che non sia più a colpi di frasi fatte  "La frutta fa venire il diabete", o che come unica fonte scientifica usano la Bibbia "In principio era il melo" o minacce esclamate senza il minimo supporto medico a validarle  "Le arance fanno venire il cancro!".
 
Spero che i dati che mostrerò aiuteranno a sfatare molti miti, ma allo stesso tempo a dare a Pomona quel che è di Pomona, perchè a volte in effetti alcuni miti non vanno sfatati ma confermati, ed era giusto farlo.
 
Biografia Autrice:
Classe 1972, vegetariana dal 1995 e poi vegana,  Aida è  l'autrice del blog Vegan in Italy, e dei libri "La Dieta di Eva", "La Salute di Eva" e del ricettario "L'Arca di Eva & Friends".
 
Laureata in Lingue e Letterature straniere col massimo dei voti,  ha poi conseguito un Certificato post-laurea in  Women's Health (Salute delle Donne)  organizato dal Key Center for Women's Health in Society (ora CWHGS) presso l' Università di Melbourne, in Australia.
 
Queste ed altre esperienze e collaborazioni, come il corso di volontariato presso il Centro Informazioni donne W.I.R.E. a Melbourne, e la collaborazione con l'autrice americana Leonore Tiefer,  l'hanno aiutata a vedere la crescente medicalizzazione della salute femminile, e ad  applicare una lente di genere anche nel campo dell' alimentazione, portandola ad approfondire il ruolo di vari fattori sociali sulle nostre scelte a tavola. Il suo obiettivo è aiutare sempre più donne e uomini a scegliere un'alimentazione senza cibi animali (vegana), sia fornendo un aiuto pratico attraverso ricette, lezioni e gruppi di supporto, sia collaborando con varie figure del mondo vegano al fine di fornire informazioni, promuovere un dibattito sociale e rimuovere quegli ostacoli e miti che allontano molte persone dal provare i tanti benefici di una dieta a base vegetale.

Sito: Vegan in Italy 

*******
Sabato 29 Luglio

L'autore LORENZO LOCATELLI e JESSICA CALLEGARO

presentano il libro "CUCINARE SECONDO NATURA "

ore 16.00 Area Fossato (Stand GHS)
 
 
Per mangiare in modo naturale, seguendo il ciclo della natura e delle stagioni, non c'è bisogno di ricette complicate o di tanto studio e lavoro.
In questo libro vengono proposte tante ricette facili da preparare, gustose, sane e 100% veg, che seguono i ritmi delle stagioni e rispettano gli equilibri dell’uomo e del pianeta.
Una rivoluzione silenziosa può partire dai fornelli, e può essere divertente, facile e sfiziosa!
 
Cucinare secondo natura è un libro di ricette semplici, per le mamme che lavorano, per le famiglie che vogliono mangiare con consapevolezza e con gusto senza dover impazzire dietro preparazioni difficili.
Per ogni stagione sono proposti menu completi, che suggeriscono come accostare i diversi alimenti.
E poi dolci, snack, impasti per pane, pasta e pizza, dadi fatti in casa, piatti elaborati per i giorni di festa.
Ma non solo: gli autori offrono anche suggerimenti preziosi per cucinare in modo naturale nutrendo corpo, mente, spirito.
 
Cucinare secondo natura significa preparare piatti sani, equilibrati e gustosi.
Significa conoscere per scegliere in modo consapevole.
Significa rispettare il pianeta.
Significa prenderci cura di noi e delle persone che amiamo.
Significa celebrare i ritmi del creato e i tempi delle stagioni.
Significa vivere nella gratitudine e nell'amore.
 
Biografia Autore:

 
Lorenzo è laureato in Filosofia e in Scienze dell’Educazione e della Formazione. Master Practitioner in Programmazione Neuro-Linguistica, approfondisce argomenti legati a salute, crescita personale ed educazione secondo un approccio olistico. Ha fondato e dirige dal 2005 le Edizioni Enea. Tra le sue passioni fare libri e cucinare. Impasta, tagliuzza, cuoce e mangia solo alimenti di origine vegetale fin da quando era bambino.


*******

L'autrice MARILU' MENGONI

presenta il suo libro "PIGGASUS E IL PIANETA VEGAMO "

ore 17.00 Area Fossato (Stand GHS)

 
I concetti e le regole di una sana alimentazione sono resi in questo libro facilmente comprensibili grazie allo stile divulgativo e alle esemplificazioni che vi  sono contenute. Un viaggio per adulti e ragazzi, alla scoperta dei modi migliori per mantenersi in forma fisica e mentale, trovando dentro di sé la motivazione per il cambiamento.
 
Biografia Autrice:
 
Marilù Mengoni si laurea con lode in Biologia presso l’Università degli Studi di Siena (iscritta all’Albo dei Biologi Nutrizionisti) e successivamente anche in Psicologia, presso l’Università degli Studi di Urbino. È consigliere A.M.I.K. (Associazione Medica Italiana Kousmine), membro del Comitato Scientifico di Associazione Vegani Italiani Onlus e docente presso la scuola di Naturopatia CNM di Padova. Nel 2006 ha ideato il marchio “Psicoalimentazione®”, metodo che lavora sulle connessioni tra la mente, il corpo, lo spirito e il nostro essere parte di “Gaia”, ovvero la Terra vista come Essere Vivente. È stata ospite di RAI 2, nella trasmissione televisiva “Pomeriggio sul due” e di Sky nella trasmissione "Krista Show", nonché nella radio nazionale RTL 102.5. Molte riviste parlano di lei e del suo metodo, tra cui: For Men, Starbene, F, Confidenze, Cucina Naturale, Crudo Style, Vivere Sostenibile, ELLE.  Tiene corsi e conferenze in Italia e all’estero. E’ una dei protagonisti intervistati nel documentario di Thomas Torelli “Food reLOVution”.
 
Le sue pubblicazioni : “Piggasus e il pianeta VegAMO”, ed. Laurum; "Psicoalimentazione, nutrire il corpo e la mente", ed. Laurum; "Dimagrisci con la Psicoalimentazione", Ed. Tecniche Nuove; “Donne sOle”, ed. Tecniche Nuove; “Cucina vegana e Metodo Kousmine”, ed. Tecniche Nuove; “Esci di testa… entra nel cuore” ed. tecniche Nuove.


*******
Domenica 30 Luglio

L'autore FRANCESCO PIRANI

presenta il suo libro "SEI TUTTO CIO' CHE CERCHI "

ore 16.00 Area Fossato (Stand GHS)

 
Questo libro nasce da una sincronicità, una delle tante magie che costellano la nostra esistenza, una coincidenza significativa che, pur essendo ormai avvezzi a questo genere di eventi, non può fare altro che farci esclamare: “Non ci credo!!”.
 
Qualche mese fa il mio caro amico Roberto Senesi (Buon Cammino fratello), mi raccontò che da lì a poco sarebbe uscito il suo libro (ndr “Ogni cuore un percorso”, Le Due Torri, Bologna 2016) edito da una casa editrice di Bologna su proposta del suo editore, Claudio Selleri: una raccolta di tutti i post e gli scritti che Roberto ha pubblicato in questi anni sul web.
 
Qualche settimana dopo notai che tra i like sulla mia bacheca facebook prese a comparire anche quello di Claudio, che non sapevo nemmeno di avere fra i contatti. Così una domenica mattina mi sono svegliato con questo pensiero: contattare Claudio e proporgli un progetto simile col sottoscritto. Ho preso il telefono e gli ho invitato un messaggio privato su facebook illustrandogli la mia proposta. La sera stessa, la sorpresa: Claudio mi scrive di avere avuto il medesimo pensiero proprio il giorno prima e che era dell’intenzione di contattarmi da lì a breve.
 
Ecco da dove nasce il libro che hai in mano, c’era già ad un certo livello, ma stava cercando un padre (Francesco) ed una madre (direi Claudio, ma non credo sarebbe molto felice di rivestire questo ruolo, quindi dirò la casa editrice Le Due Torri per mezzo di Claudio) per manifestarsi su questo piano di esistenza.
 
Se sei stanco di leggere libri sulla spiritualità, aspetta almeno di finire questo, ti prego! Poi sarai ufficialmente autorizzato ad abbandonare la ricerca spirituale una volta per tutte. Se ti sei stufato di volerti migliorare, sottoporti a digiuni catartici, intere giornate di workshop esperienziali, sessioni infinite di ipnosi regressiva, ambigue letture di auree e campi energetici, allora questo è il libro che fa per te. Se sei esausto di ricercare non sai bene cosa, non sai bene dove, procedi con queste pagine.
 
Se hai la mente in tilt a causa delle troppe domande che ti poni, se non riesci più a prendere sonno la sera perché non sai più se sei l’osservatore, l’osservato o colui che osserva l’osservatore dell’osservato (!?!), questo libro non ti fugherà il dubbio, però almeno potrà tenerti compagnia durante le tue notti in bianco. Questo testo è stato scritto per te che non ce la fai più ad interpretare i “segnali dell’Universo”, a voler trovare un perché ad ogni cosa che ti accade (o meglio, che accade), a voler essere in qualsiasi altro posto fuorché qui, adesso, in questo attimo, tanto banale, quanto unico e magico. Per te che ne hai fin sopra i capelli di trasmutare, imparare lezioni ed evolvere. Per te che hai gettato la spugna di fronte al fatto che la Vita agisca al di là delle tue visualizzazioni, dei tuoi desideri, dei tuoi rituali e del tuo controllo compulsivo.
 
Questo libro è per i temerai che sono pronti ad abbandonare la ricerca spirituale in favore della Vita, del presente e di ciò che c’è ora, oltre ogni concetto mentale o tentativo di comprensione. Ogni sentiero spirituale ha infatti una sola ed unica finalità: scardinare la mente. Portarti al limite di te stesso, giungere a paradossi irrisolvibili razionalmente, farti arrendere e rassegnare a “non capirci più niente”. Non a caso nello zen il maestro propone i koan, così che la mente degli allievi si impalli e si possa aprire loro uno squarcio su una Verità super-mentale. Questi pensieri e queste parole arrivano da lì, dallo spazio in cui già ti trovi e che già sei, lo spazio nel quale la ricerca spirituale inizia, si svolge e trova la sua conclusione. L’unica “cosa” che resta immutata in un mondo fenomenico impermanente ed in continua evoluzione, il presupposto a tutto ciò che c’è: te stesso.
 
Biografia Autore:
 
 
Francesco Pirani nasce in provincia di Ferrara a metà degli anni ottanta. Conseguita la maturità scientifica nel Liceo del paese, si laurea in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Ferrara e si specializza in Servizio Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Attualmente lavora nel supporto ai cittadini extracomunitari e nel sostegno scolastico. A partire dalla tarda adolescenza inizia ad appassionarsi di filosofia orientale, yoga, alimentazione ed igienismo naturale, life coaching e wellness.
 
 
*******
L'autrice MARINELLA MAZZOLA

presenta il suo libro " LA SEMPLICITA' IN CUCINA "

ore 17.00 Area Fossato (Stand GHS)

 
Lo scopo di questo libro è quello di guidare le persone che vogliano intraprendere un percorso di consapevolezza alimentare, riavvicinandosi alla naturalità del Cibo e allontanandosi dagli alimenti artefatti, iper-raffinati e quindi ormai poveri di nutrienti.
 
Bisogna mangiare più dalla terra e meno dagli scaffali.
 
Spesso le prime obiezioni che vengono sollevate a chi tenta di intraprendere un percorso del genere sono la difficoltà, la mancanza di tempo e il costo, perché si presume che per mangiar sano siano necessarie doti culinarie avanzate e tempo/denaro illimitati.
 
Questo libro vuole dimostrare come, con il giusto tempo e un po’ di fantasia, si possano preparare piatti gustosi, sani e nutrienti a un costo più che contenuto.
 
Mangiar bene è davvero alla portata di tutti, basta solo uscire dagli schemi e dalle abitudini alimentari che ci siamo costruiti per scoprire quanto è semplice mangiar bene e quanto è buona la semplicità.
 
Biografia Autrice:

 
Marinella Mazzola è foodblogger, casalinga felice, ricercatrice indipendente ed appassionata di Igiene Naturale. Ha una grande passione per la cucina e per il cibo.
 
Ha partecipato ad eventi di interesse nazionale tenendo show cooking, workshop culinari, corsi di cucina e preparato catering. Da tre anni pratica un’alimentazione consapevole:  consapevole di quello che c’è nel piatto e cosa c’è dietro. L'ingrediente principale della sua cucina è l'Amore, con una buona dose di Passione, tanti cucchiai di Felicità, qualche forchettata di Creatività, qualche bicchiere di Gioia ed una bottiglia di Divertimento. Ha unito la sua passione per la cucina alla passione per la scrittura.
 
*******
 
 
 
http://www.laspeziaveg.it/search/label/CVF2017
 

mercoledì 19 aprile 2017

Bugie rassicuranti o scomode Verità ?


È molto più semplice credere in bugie rassicuranti che non prendere atto di scomode verità.

Per questo motivo tante persone preferiscono mettere la testa sotto la sabbia e non sapere, piuttosto che dover fare i conti con la nuova consapevolezza.
Ma in pratica come fare oggigiorno a mettere la testa sotto la sabbia?

Basta nascondersi dietro le abitudini, pensare a frasi tipo  “si è sempre fatto così”,  ma anche e soprattutto può essere utile, per tenere ben salda la testa sotto la sabbia, cercare difetti, incongruenze e costruire esagerazioni riguardo la nuova consapevolezza.

Un esempio banale si può fare sull’alimentazione, infatti se riusciamo a convincerci che un'alimentazione senza prodotti di origine animale sia però in certi casi troppo difficile da mettere in atto, poco economica e non abbastanza ecosostenibile (bugie rassicuranti)  basandoci su casi particolari, insensati luoghi comuni e falsi miti possiamo riuscire a restare ancorati alle nostre convinzioni di comodo anche se poi ci viene detto e dimostrato che  in realtà l’Alimentazione Vegan è quella in assoluto più sana, naturale, giusta e sostenibile per noi, per l’ambiente e per tutti i suoi abitanti (scomoda verità).

Nel dettaglio è luogo comune pensare che un’alimentazione Vegan sia complicata, abbia tempi di preparazione più lunghi e sia economicamente più costosa, dimenticandosi che nutrirsi Vegan vuol dire mangiare prevalentemente frutta e verdura, cibi semplici ed economici spesso mangiabili anche da crudi e non cibi strani ed artefatti come vogliono farci credere.

… ed ancora si proclama e si vuole credere che l’Alimentazione Vegan non sia un'alimentazione adatta per i bambini sbandierando un presunto caso di malnutrizione costruita ad hoc dai media (bugia rassicurante per i genitori attaccati alle abitudini alimentari), ignorando completamente i casi sempre crescenti di obesità, diabete infantile, celiachia e numerose altre patologie impensabili per bambini solo poche decine di anni fa dovuta all’Alimentazione sempre meno corretta (scomoda verità sotto gli occhi di tutti) …

Si arriva anche ad etichettare come triste l’Alimentazione Vegan quando invece è costituita da cibo molto più vario, vivo, colorato, naturale  e nutriente rispetto ai prodotti di origine animale,  che senza opportuni trattamenti, cottura e condimenti non sarebbero nemmeno commestibili.

Si asserisce poi che frutta e verdure siano inquinate da pesticidi e vengano dall’altra parte del mondo e poco importa se si dimostra che in realtà i prodotti di origine animale siano molto più tossici, pieni di ormoni, antibiotici e stracolmi degli stessi pesticidi che assumono tramite la loro alimentazione (non certo biologica) ed hanno un impatto ambientale sempre comunque superiore anche alla frutta più esotica ed ai vegetali più remoti.
Insomma la peggior frutta è sempre migliore della “migliore”  bistecca o pezzo di formaggio in ogni caso o se preferite è sempre  il male minore.

Questo non vuol dire che non sia necessaria la consapevolezza anche in un’alimentazione Vegan e che non sia giusto cercare sempre il cibo più sano, magari biologico, possibilmente a km 0 e più in generale cercare la naturalità e stagionalità dei prodotti, però questo non deve diventare una scusa ed un alibi per dire “è troppo complicato e comunque non è perfetto, quindi mangio qualsiasi cosa”.

Questo vorrebbe dire mettere la testa sotto la sabbia, vorrebbe dire credere alla bugia rassicurante pur di non prendere coscienza della inizialmente scomoda, ma fantastica Verità.

Mettere la testa sotto la sabbia, ignorare la Verità e magari deriderla però non ci esime dalle nostre responsabilità verso Noi stessi verso gli Altri e verso l’intero Pianeta e le generazioni future.

Attenzione quindi a mettere la testa sotto la sabbia … :-)


Felice Vita
Salvatore

Arrampicarsi sugli specchi per non sentire la voce della Coscienza


Quando la coscienza viene scossa da parole o eventi esterni si inizia a parlare a vanvera e tra una battuta che non fa ridere ed un arrampicarsi sugli specchi con scuse banali si cerca di zittire la voce della coscienza che ti fa dire guarda che forse c'è qualcosa da cambiare nella tua vita...
Mi spiego meglio...

Ultimamente ho sentito qualcuno asserire che la "dieta vegana" non è abbastanza sostenibile perchè si usano prodotti come la quinoa, l'avocado e frutta non di stagione che viene dall'estero.
Partendo dal presupposto che per avere uno "stile di vita" consapevole non c'è bisogno di certi cibi perchè non abbiamo proprio nulla da compensare, che si può essere vegan mangiando prodotti della natura della nostra terra e per vivere in modo sostenibile passare ad un'alimentazione vegetale anche utilizzando vegetali esteri è sicuramente più sostenibile per l'ambiente che continuare a sfruttare gli animali, ma in ogni caso lo sfruttamento in termini ambientali dei vegetali che vengono dall'altra parte del mondo sarà sempre inferiore a quello dovuto al "miglior" formaggio o bistecca prodotta a km 0: quanti kg di sale dell'Himalaya dovremmo consumare al giorno per raggiungere l'inquinamento e lo spreco di risorse idriche ottenuti dalla produzione di una porzione di salsiccia o di una fetta di formaggio?

La quinoa, l'avocado e la frutta tropicale in genere sono l'alibi ideale per chi non vuole rinunciare alla alla fettina nel piatto ma non vuole sentire il dubbio che si insinua per la semplice esistenza dei vegani, di chi uno stile di vita sostenibile lo fa e ne gioisce anche.

Come faccio a rinunciare all'arrosto con le patate? alle lasagne? come faccio a mangiare qulle insalatine tristi e snack vegani ancor più tristi? e poi a che prezzo?
Per mangiare surrogati sempre più presenti nei supermercati? sì perchè ormai le multinazionali hanno sentito odore di business e si ingegnano a produrre prodotti vegetali sempre di più...
Sicuramente meglio i surrogati che uccidere animali, meglio il latte vegetale che il latte delle mucche che per causa loro hanno l'aspettativa di vita non dimezzata ma di più e di che vita parliamo lasciamo stare che è meglio, ma soprattutto mangiare latte e formaggio significa essere responsabili dell'uccisione di vitellini...

Il fatto è che se una persona fa una scelta consapevole non vuole trovare surrogati, non vuole vedere nel piatto qualcosa che somiglia a quello che mangiava prima, personalmente avendo Scelto di non mangiare più carne non voglio vedere nel mio piatto nemmeno quella finta...

Dietro i surrogati però c'è un discorso ancora più profondo: ho sentito dire, da una vegana per di più, che non ci si può improvvisare a diventare vegani, bisogna studiare e lei stessa ha fatto un corso perchè altrimenti si incorre in malattie e carenze... cosa?

 Ma se serve un corso per imparare semplicemente a mangiare nel modo più sano possibile tutti quelli che continuano a mangiare "a caso" tutto cosa dovrebbero fare?
Qui si sta veramente perdendo il senso della naturalità, ci siamo talmente tanto allontanati da Madre Natura, dalle sue Leggi e dai suoi ritmi che ci sono persone che hanno bisogno di qualcuno che dice loro cosa mangiare e magari anche quando andare a dormire etc etc...


Sono abbastanza stufa delle battute sull'essere tristi a "privarsi dei piaceri della tavola", dei: "tanto ce n'è poco di latte nel dolce nemmeno te ne accorgi che c'è", del: "buona Pasqua e mi raccomando l'agnellino ben cotto" (detto da una vegetariana quest'ultima), del "ho comprato questa colomba vegana per voi, invece di spararla l'ho presa dal campo"....
mi rendo conto che il problema è mio perchè le stesse battute ad altre persone scivolano e quindi mi impegnerò a capire cos'è che mi dà tanto noia ma una cosa sicura la so: dietro le battute c'è solo la paura e l'insicurezza...

La coscienza delle persone viene scossa ogni volta che semplicemente vedono una persona evitare "cibo" di origine animale, anche se non parlo e sto lì a mangiare le mie delizie vegetali in pace con me stessa e con il mondo sto insinuando il dubbio in chi ancora il passo non riesce a farlo ed il sentirsi giudicati genera giudizio, critica...

Se si va in profondità ci si rende conto che il bullo è un bambino spaventato ed insicuro e vale anche per gli adulti, la rabbia serve a nascondere a sè stessi e agli altri la propria insicurezza, la propria debolezza, ma non c'è proprio niente di male nel riconoscere la propria fragilità, anzi è proprio accettando la propria fragilità ed amandola che iniziamo veramente a crescere ed evolvere.

Non barrichiamoci dietro i muri delle battute stupide e dei pregiudizi, non arrampichiamoci sugli specchi cercando i difetti negli altri pur di evitare di vedere i nostri, la vera Felicità si nasconde dietro l'accettazione di sè stessi, la vera Felicità arriva quando smettiamo di giudicare e giudicarci, quando molliamo la presa delle nostre posizioni, non c'è nulla di male nel capire che si può cambiare nella vita e che non è detto che se cambio idea su qualcosa in cui ho creduto fino ad ieri risulterò incoerente, tutt'altro...

la Vita è cambiamento e rimanere aggrappati al passato non ci fa andare avanti, restiamo lì aggrappati alle convinzioni che funzionavano fino ad ieri ma che non è detto funzionino più, anzi magari liberandocene scopriremo che c'è un mondo bellissimo fatto di Amore per sè stessi, per la Terra e tutti gli esseri viventi che la abitano.

Smettiamola di trovare scuse come: ci vuol troppo tempo per cucinare per diventare vegan... pensiamo invece a quanto tempo risparmieremo non andando più dal medico nè a fare le code per i controlli medici...

Smettiamola di fare a gara a chi è più ambientalista, più consumatore a km0, etc, ognuno di noi fa il meglio che può per sè stesso e per la Terra...

"Ho visto la tipa del banchetto bio che comprava le verdure per il suo banchetto al supermercato", "Attenzione ai pesticidi ed ai luoghi inquinati dove producono verdure e cereali", etc etc....

E' importante mangiare verdure biologiche ma la scelta vegan è la base fondamentale di partenza altrimenti si rischia di pensare "tutto è inquinato tanto vale mangio la carne"(cit) ...

Fermiamoci un attimo a riflettere e guardiamoci dentro, il cambiamento fa paura e sentirsi fragili ancor di più, soprattutto se si è in là con l'età, ma il mondo è il nostro specchio e tutto ciò che vediamo fuori di noi è dentro di noi quindi iniziamo a riflettere solo cose belle e quando sta per venir fuori un giudizio o una battuta o una parola d'ira fermiamoci un momento e riflettiamo sul perchè lo stiamo per fare...
cosa c'è dietro quella presa in giro, cosa c'è dietro quel giudizio?
Accogliamo questa nostra insicurezza ed ascoltiamo di più <3

Con Amore

Mary