giovedì 2 marzo 2017

Presentazione Libro "La semplicita in cucina" al Centro Surya La Spezia


Venerdì 31 Marzo 2017 - ore 20:30

al Centro Surya

in Via Sardegna, 23 D - La Spezia
Presentazione del Libro

"La Semplicità in Cucina"

di Marinella Mazzola
con dimostrazione pratica
Aperto a tutti, ingresso libero
Marinella Mazzola è Autrice del libro e food blogger (www.maryincucina.it)

Maggiori info sul libro qui:

http://www.maryincucina.it/p/blog-page.html

Lo scopo di questo libro è quello di guidare le persone che vogliano intraprendere un percorso di consapevolezza alimentare, riavvicinandosi alla naturalità del Cibo e allontanandosi dagli alimenti artefatti, iper-raffinati e quindi ormai poveri di nutrienti.
 
Bisogna mangiare più dalla terra e meno dagli scaffali.
 
Spesso le prime obiezioni che vengono sollevate a chi tenta di intraprendere un percorso del genere sono la difficoltà, la mancanza di tempo e il costo, perché si presume che per mangiar sano siano necessarie doti culinarie avanzate e tempo/denaro illimitati.
 
Questo libro vuole dimostrare come, con il giusto tempo e un po’ di fantasia, si possano preparare piatti gustosi, sani e nutrienti a un costo più che contenuto.
 
Mangiar bene è davvero alla portata di tutti, basta solo uscire dagli schemi e dalle abitudini alimentari che ci siamo costruiti per scoprire quanto è semplice mangiar bene e quanto è buona la semplicità.
 
 
 
Marinella Mazzola è foodblogger, casalinga felice, ricercatrice indipendente ed appassionata di Igiene Naturale. Ha una grande passione per la cucina e per il cibo.
 
Ha partecipato ad eventi di interesse nazionale tenendo show cooking, workshop culinari, corsi di cucina e preparato catering. Da tre anni pratica un’alimentazione consapevole:  consapevole di quello che c’è nel piatto e cosa c’è dietro.
 
L'ingrediente principale della sua cucina è l'Amore, con una buona dose di Passione, tanti cucchiai di Felicità, qualche forchettata di Creatività, qualche bicchiere di Gioia ed una bottiglia di Divertimento.
 
Ha unito la sua passione per la cucina alla passione per la scrittura.
 
Prefazione di Marilù Mengoni, biologa nutrizionista, psicologa, scrittrice e co-protagonista del documentario "Food Relovution".
 
Sito di Marinella: www.maryincucina.it
 
*******
Per informazioni
tel. 335-6475341 -  e-mail: salvo.armoniadellessere@gmail.com
 

mercoledì 1 marzo 2017

Show cooking con degustazioni e Cena Vegan a Brugnato

Sabato 8 Aprile 2017 - ore 18:00
presso Il Casale del Ben-Essere
Localita’ Bozzolo - Brugnato (SP)
Per info e prenotazioni 328 7872670 - 0187 896617


Show cooking con degustazioni


di Marinella Mazzola
autrice del libro
"La Semplicità in Cucina"
Ingresso Libero
 



... e dopo rimanete a cena con noi :

Una deliziosa Cena Vegan a 15 € (menù fisso con antipasto, primo, secondo e dolce, acqua inclusa, bevande escluse) 
 

Dettaglio menù:
-                    Humus di ceci
-                    Lasagnette con crema di cannellini e biete
-                    Rusticini con riso e funghi
-                    Tiramisu vegan
Acqua inclusa, bevande escluse: tutto a 15 euro 
 
Prenota la tua serata:   328/7872670  -  0187/896617  
 
 

venerdì 10 febbraio 2017

Chiusura di mente o Apertura di Cuore?


Molte persone associano la parola Vegan a sentimenti di rabbia e forte chiusura nei confronti di chi non segue la filosofia di vita cruelty-free.

Sono consapevole che talvolta alcuni attivisti possono (per amore per gli Animali non umani) eccedere  nei sentimenti di ostilità verso chi ancora mangia Animali e derivati, ma non è mia intenzione giudicare né gli attivisti Vegan, né chi Vegan non lo è.

Le etichette creano sempre divisioni e scontri, mentre la Consapevolezza unisce ed accoglie.

"Puoi cambiare solo te stesso, ma questo cambierà ogni cosa" ed ancora “Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo”; Quando comprendiamo questo, sappiamo dove concentrare le nostre energie: verso un personale Stile di Vita Consapevole di ciò che si è, di cosa si mangia e di come si Vive … senza giudicare gli altri.

Ciononostante spesso chi rifiuta del tutto di utilizzare prodotti derivanti dallo sfruttamento o dalla morte Animale viene accusato di avere atteggiamenti di chiusura mentale, a volte persino da chi simpatizza per la causa, ma che ha fatto una scelta prevalentemente salutista o di altro genere.
Infatti i motivi per una scelta di Vegan sono tanti e tutti giusti ed evolutivi, vanno dalla motivazione Etica a quella salutista a quella ambientale, spirituale etc …

Dal punto di vista esclusivamente salutista  un uso molto limitato e sporadico di alimenti di origine Animale (magari preparati in un certo modo)  può non essere un grosso problema … questo lo capisco e non lo giudico, ma bisognerebbe anche capire che dal punto di vista Etico e di Amore per gli Animali non può essere contemplata nessuna eccezione in tal senso a prescindere dalla quantità e dall’utilizzo che se ne faccia.

Questa non è chiusura di mente, semmai è Apertura di Cuore !
 
Apertura verso la Consapevolezza che possiamo nutrirci in modo sano, naturale e gustoso senza far del male e sfruttare nessun altro essere senziente, mangiando esclusivamente cibi Vivi, alimenti carichi di Luce ed energia così come la Natura li crea.
 
Si può cambiare solo se stessi ed ognuno Vive ed Evolve al proprio livello di Consapevolezza, senza giudicare gli altri e senza preoccuparsi del giudizio altrui, anche perché il giudizio e le accuse verso gli altri sono sempre e solo giudizi e sensi di colpa verso se stessi.

Felice Vita Consapevole.
Salvatore

lunedì 23 gennaio 2017

Presentazione Libro "La semplicità in cucina" di Marinella Mazzola

Sabato 11 febbraio 2017
(dalle ore 15.30 alle ore 17.00)
al Centro Armonia dell'Essere in Via Sarzana,52 a La Spezia
 
Presentazione del Libro
"La Semplicità in Cucina"
di Marinella Mazzola
con oltre 200 ricette Vegan !
Seguirà dimostrazione pratica e degustazione
Ingresso e degustazione Gratuiti
 
Lo scopo di questo libro è quello di guidare le persone che vogliano intraprendere un percorso di consapevolezza alimentare, riavvicinandosi alla naturalità del Cibo e allontanandosi dagli alimenti artefatti, iper-raffinati e quindi ormai poveri di nutrienti.
 
Bisogna mangiare più dalla terra e meno dagli scaffali.
 
Spesso le prime obiezioni che vengono sollevate a chi tenta di intraprendere un percorso del genere sono la difficoltà, la mancanza di tempo e il costo, perché si presume che per mangiar sano siano necessarie doti culinarie avanzate e tempo/denaro illimitati.
 
Questo libro vuole dimostrare come, con il giusto tempo e un po’ di fantasia, si possano preparare piatti gustosi, sani e nutrienti a un costo più che contenuto.
 
Mangiar bene è davvero alla portata di tutti, basta solo uscire dagli schemi e dalle abitudini alimentari che ci siamo costruiti per scoprire quanto è semplice mangiar bene e quanto è buona la semplicità.
 
 
Marinella Mazzola è foodblogger, casalinga felice, ricercatrice indipendente ed appassionata di Igiene Naturale. Ha una grande passione per la cucina e per il cibo.
 
Ha partecipato ad eventi di interesse nazionale tenendo show cooking, workshop culinari, corsi di cucina e preparato catering. Da tre anni pratica un’alimentazione consapevole:  consapevole di quello che c’è nel piatto e cosa c’è dietro.
 
L'ingrediente principale della sua cucina è l'Amore, con una buona dose di Passione, tanti cucchiai di Felicità, qualche forchettata di Creatività, qualche bicchiere di Gioia ed una bottiglia di Divertimento.
 
Ha unito la sua passione per la cucina alla passione per la scrittura.
 
Prefazione di Marilù Mengoni, biologa nutrizionista, psicologa, scrittrice e co-protagonista del documentario "Food Relovution".
 
Sito di Marinella: www.maryincucina.it
 
*******
Per informazioni
tel. 335-6475341 -  e-mail: salvo.armoniadellessere@gmail.com
 

sabato 7 gennaio 2017

Accettazione, Giudizio ed Insicurezza.


In campo Alimentare (e non) c'è sempre qualcosa da giudicare negli altri, soprattutto quando c'è tanto giudizio verso noi stessi, insicurezza e magari senso di colpa.

Ci possono essere Vegetariani che giudicano gli onnivori, Vegani che giudicano Vegetariani, Fruttariani che giudicano Vegani,  Pranici che giudicano Fruttariani ... ma chi stiamo giudicando veramente gli altri o noi stessi ?

Sono il primo a dire che mangiare Vegan è condizione necessaria ma non sufficiente per il mantenimento della nostra Salute e che quindi farine e zuccheri raffinati, alimenti confezionati ed industrializzati e cibi artefatti anche se Vegan andrebbero evitati o limitati, ma sempre per la nostra Salute fa più male una privazione che un eccezione (sempre che sia Vegan ovviamente dal mio punto di vista) ... senza esagerare.

Ma chi decide cos'è esagerato e cosa no? Noi in base al nostro sentire, ma ovviamente questo vale solo su noi stessi in questo determinato momento.

Ad esempio per me ora può essere giusto e sano mangiare (e non privarsi) di una pizza vegan con gli Amici una volta al mese, ma tra un anno potrei smettere del tutto di mangiar pizza o sentire la necessità di mangiarla più spesso senza che questo sia giusto o sbagliato  in generale ... è giusto per me in quel momento!

Ognuno ha il proprio percorso ed i propri tempi ed ognuno può migliorare e far evolvere solo se stesso ... può dare l'esempio, fornire informazioni quando richieste o quando lo si ritiene opportuno, ma giudicare gli altri serve a poco e forse crea solo divisioni ed allontana le persone.

Questo vale anche per il Vegan ... in pochi di noi siamo nati Vegan quindi quando giudichiamo gli altri pensiamoci bene :  non è che forse stiamo giudicando noi stessi, il nostro passato o le nostre insicurezze odierne ?

Una persona sicura di se non sente la necessità di ostentare la propria "perfezione" e criticare gli altri, vive la propria vita Felicemente imperfetta cercando magari ogni giorno di essere migliore del se stesso del giorno precedente. 
L'Accettazione di se stessi porta all'accettazione degli altri, il giudizio vesso se stessi porta a giudicare gli altri.

Per la nostra Salute infine è importante anche essere in pace con noi stessi (e quindi con il mondo circostante) e Felici ... altrimenti non c'è sana Alimentazione che tenga...

Felice Vita Vegan

Salvatore

mercoledì 21 dicembre 2016

Non ti manca mangiare carne ?

Non ti manca mangiare carne, latte, formaggi, uova, miele etc. etc. ?

Oggi voglio provare a rispondere sinteticamente a questa domanda, senza giudizio e senza polemica, ma solo per esprimere il mio punto di vista sulla questione.

Quindi rispondo:

No :-)

No, Semplicemente perchè non lo considero più cibo, infatti dal punto di vista Etico è sofferenza, dal punto di vista Salutistico è tossico, per l'ambiente è deleterio, per il gusto è qualcosa di artefatto e finto ... cosa resta se non l'abitudine?

... in alternativa potrei rispondere Semplicemente "NO" sorridendo ... le altre informazioni sono ormai risapute e diffuse e possono anche essere tranquillamente omesse ;-)

Felice Vita Consapevole

Salvatore

lunedì 19 dicembre 2016

Perché i vegani non mangiano il miele?

Articolo tratto da: La Crepa nel muro

Le api sono preziosissime perché hanno un ruolo chiave nel mantenimento  dell'equilibrio del pianeta e la sopravvivenza di tutte le creature, compreso l'essere umano. Da alcuni anni si ipotizza che le nostre amiche siano in pericolo. Probabilmente non sono gli allevamenti stessi a minacciare la loro esistenza bensì l'uso smodato di alcuni pesticidi, ma vediamo perché alcune persone non consumano il miele.
Catherine



Molte persone si stupiscono quando vengono a sapere che i vegani non mangiano il miele. Solitamente la scelta vegan viene fatta per motivi principalmente etici, dunque quando un vegano scopre che anche dietro alla produzione del miele vi è sofferenza, è naturale optare per eliminare anche il miele dalla dieta.

Un aspetto che credo sia da chiarire riguarda il fatto che le api non producono il miele per noi umani, come le mucche non fanno il latte per noi e nemmeno le galline fanno le uova per noi animali umani. Ma al di là di questo, esiste anche una motivazione più forte per non usare il miele ed è legato al fatto che le api oltre ad essere sfruttate come fossero oggetti a nostra disposizione (il che non è), vengono anche sottoposte a sofferenza fisica per la produzione del LORO miele.

Ecco perché i vegani non mangiano il miele, anche se in realtà esistono diverse ragioni per cui chi ha fatto la scelta vegan non lo consuma ...
 

I motivi non sono solo etici ma anche di tipo salutistico. A differenza di ciò che si crede, il miele è dannoso per la nostra salute, infatti il consumo di miele (ed anche della pappa reale) viene sconsigliato a chi soffre di asma o allergie e in particolare ai bambini sotto i 12 mesi in quanto il loro sistema digestivo non è compatibile con le spore batteriche potenzialmente presenti in esso e in alcuni casi può causare il botulismo infantile.

Questo è solo uno dei tanti motivi per cui non va usato il miele e per approfondire, ti invito a leggere un articolo pubblicato sul blog dell’AVA (Associazione Vegetariana Animalista).
animalvibe.org


Le api (Apis Mellifera) sono insetti con un sistema nervoso molto sviluppato e dunque provano dolore al pari degli altri animali (come dimostrato da molti studi).
 
Per questo chi è vegano non consuma i prodotti dell’apicoltura (miele, pappa reale, propoli, cera) dato che essa implica, al pari di ogni altro tipo di allevamento, sofferenza e morte per gli animali. Sebbene spesso sembri una forma di allevamento molto più compatibile con lo stato naturale degli animali, anche il più  attento degli apicoltori non potrà fare a meno di calpestare e uccidere un buon numero di api nel processo di verifica delle condizioni dell’alveare e di estrazione del miele.
Ma a questo va aggiunto quello che succede presso molte apiculture commerciali; spesso l’ape regina viene inseminata artificialmente (procedimento che richiede la morte del maschio; il metodo più diffuso per ottenere lo sperma, infatti, consiste nella sua decapitazione del maschio, quando la testa viene staccata, il sistema nervoso centrale riceve un impulso elettrico, che provoca eccitazione sessuale; a volte, testa e torace del maschio vengono schiacciati per provocare l’uscita dell’endofallo), e spesso viene uccisa ogni due anni per essere sostituita da una maggiormente produttiva. 
 
In molti casi il miele sottratto dagli alveari viene sostituito con sciroppo di zucchero e, non essendo esso l’equivalente adeguato della dieta naturale, espone le api a diverse malattie e quindi abbassa la loro durata di vita. 
 
Per questo motivo, allo zucchero vengono spesso aggiunti diversi antibiotici (tetraciclina, terramicina). Il miele – ovvero il “vomito” dell’ape: ingoiato il nettare, essa lo rigetta e vi aggiunge enzimi mescolandolo con le proprie secrezioni digestive; la mistura viene poi rigurgitata, per essere ulteriormente digerita da altre api – non contiene sostanze nutritive rilevanti per l’alimentazione umana. Inoltre le proprietà salutari del miele, e degli altri prodotti derivati dalle api, non sono affatto dimostrate e anzi il consumo di miele da parte di bambini con meno di un anno è sconsigliato per il pericolo di sviluppare botulismo infantile.
 
 

martedì 8 novembre 2016

Direttamente da “L’Arca di Eva & Friends” … a Spezia ...


Doppio appuntamento a Spezia
con la Scrittrice Aida Vittoria Eltanin (E.V.A) 



Venerdì 25 Novembre ore 20:30
Conferenza con Aida Vittoria Eltanin e la

Dottoressa Francesca Andreazzoli

presso il Centro Surya in Via Sardegna, 23
La Spezia (entrata da Via della Pianta).
***
Sabato 26 Novembre dalle ore 11:00
1° Raduno dell’Arca di  Eva & Friends
presso il Centro Armonia dell’Essere

in via Sarzana, 52 a La Spezia,

con pranzo/buffet ad offerta preparato dalla Food
Blogger e Tutor dell’Arca Marinella Mazzola
***

 “L’Arca di Eva & Friends” è un ritrovo virtuale dove per 21 giorni (dal 1 al 21 Novembre) la Capitana Aida Vittoria Eltanin ed il suo staff composto da Medici, Nutrizionisti ed Esperti Tutor danno consigli ed informazioni alle migliaia di persone iscritte al Gruppo che vogliono imparare ed avvicinarsi ad un’Alimentazione Sana, Naturale e Cruelty free … Un viaggio di 21 giorni verso l’Eden Vegano ...(Maggiori info qui su “L'Arca di Eva & Friends Novembre 2016”)

Aida Vittoria Eltanin venerdì 25 Novembre dalle ore 20:30 sarà  quindi in compagnia della Dottoressa Francesca Andreazzoli (che ha partecipato come Dottoressa di riferimento durante i 21 giorni dell’Arca) che ci parlerà dal punto di vista Medico dei principali falsi miti sulla dieta Vegan, degli studi a sostegno degli immensi benefici dell’Alimentazione Vegetale e di tanto altro.
La nostra Cara Aida invece ci parlerà delle Donne veg. del passato: storie di coraggio, ispirazione, rivoluzione”; un viaggio emozionante nella storia, per conoscere alcune incredibili donne vegetariane ed attiviste che hanno fatto la storia, e che la storia ha dimenticato per riscoprire il potere di una singola persona di cambiare la storia.


Vi AspettiAmo

 ***

Maggiori info sulle Relatrici:

Aida Vittoria Eltanin:
Classe 1972, vegetariana dal 1995, Aida è  l'autrice dei libri:
"La Dieta di Eva 
Come disobbedire in cucina e guadagnarsi il paradiso"
"Le Tentazioni di Eva
Ricette made in Eden per un mondo più buono" e 
"La Salute di Eva 
il nesso nascosto tra alimentazione e malattie femminili", 


Laureata in Lingue e Letterature straniere col massimo dei voti, Aida è stata presidente e volontaria di un'associazione informazioni donne, e ha conseguito un Certificato post-laurea in  Women's Health (Salute delle Donne) organizato dal Key Center for Women's Health in Society (ora CWHGS) presso l' Università di Melbourne, in Australia.
Queste ed altre esperienze e collaborazioni, come con l'autrice americana Leonore Tiefer, l'hanno aiutata a vedere la crescente medicalizzazione della salute femminile, e ad  applicare una lente di genere anche nel campo dell' alimentazione, portandola ad approfondire il ruolo di vari fattori sociali sulle nostre scelte a tavola.
Il suo obiettivo è aiutare sempre più donne e uomini a scegliere un'alimentazione senza cibi animali (vegana), sia fornendo un aiuto pratico attraverso ricette, lezioni e gruppi di supporto, sia collaborando con varie figure del mondo vegano al fine di fornire informazioni, promuovere un dibattito sociale e rimuovere quegli ostacoli e miti che allontano molte persone dal provare i tanti benefici di una dieta a base vegetale.
Il suo sito internet: Vegan in Italy

*******

Dottoressa Francesca Andreazzoli

Medico Chirurgo Omeopata Unicista e Floriterapeuta di Bach, la drssa Andreazzoli, medico specialista in Ematologia,  si occupa da anni di Medicina Olistica; ha un Master in Floriterapia Psicodinamica e uno in Psicoanalisi Evolutiva Integrata.
Sostenitrice dell'importanza di un'alimentazione a base vegetale per la prevenzione e la cura delle patologie, la utilizza come uno dei pilastri terapeutici nella cura della persona, in particolare nel malato oncologico, secondo le più recenti evidenze scientifiche e si occupa della divulgazione del rapporto cibo-salute con pubblicazioni e conferenze in varie città d'Italia.
Attualmente sta conseguendo un Master Universitario di secondo livello in Oncologia Integrata presso l'Università Marconi di Roma.


giovedì 27 ottobre 2016

Razza superiore, sesso forte e specie dominante.

 

La storia è costellata di esempi dove una presunta superiorità ha portato nefasti avvenimenti poi globalmente condannati …
 
Le palesi discriminazioni razziali e sessuali del passato sono perlopiù superate, la Storia ha emesso il suo verdetto:
è sbagliato discriminare!
 
Oggi la discriminazione tra specie è ancora tollerata e mascherata come necessaria o naturale; falsi miti che si stanno sgretolando come un castello di sabbia con la vera Informazione e la ritrovata Consapevolezza.
 
Presto si raggiungerà la massa critica e la Storia scriverà un altro capitolo sulle ingiuste discriminazioni …
 
E tu da che parte della storia vuoi essere?
 
Felice Vita Evolutiva
Salvatore
 
 
Articoli correlati:  
 
 
 
 

 

giovedì 20 ottobre 2016

Riflessioni mattutine


Da poco più di tre anni la mia vita è cambiata, anzi direi ribaltata e mai per nessuna ragione al mondo ritornerei indietro...
ritornare sui propri passi non ha molto senso... significherebbe aver fatto una scelta non per coscienza e consapevolezza ma perchè  qualcun altro o qualcos'altro mi avrebbe convinto...

eppure a volte mi guardo intorno e vedo qualcuno che tentenna sul suo cammino e allora mi chiedo il perchè... perchè nonostante tutto quello che sai sei tornato/a sui tuoi passi?
Probabilmente la scelta iniziale di intraprendere quella strada non è stata fatta con cognizione di causa ma magari ci si è trovati un po' così, sballottati dal cambiamento degli altri e non si è mai veramente interiorizzata, forse perchè non è subentrata la motivazione Etica, quella che ti fa dire che anche se è solo un pezzetto di formaggio o un cucchiaino di miele c'è comunque la morte di un essere senziente dietro...

C'è ancora chi ha bisogno di seguire il "senso comune" o di avere la conferma da medici o ricerche scientifiche prima di fare determinate scelte e allora pensavo di far cosa utile cercando articoli o testi che avallassero la nocività di cibi come il burro chiarificato o altro di origine animale, ma poi mi sono detta: è veramente utile?

Se c'è bisogno di leggere un articolo con un titolo scioccante e firmato da una persona famosa e nota, probabilmente al prossimo nome altisonante che dichiara il contrario dell'articolo che ho cercato io ecco che si ritorna ai vecchi schemi, alle precedenti abitudini...

Personalmente non ho bisogno di sapere che il rigurgito delle api fa male perchè bla bla bla, me lo dice il mio cuore: si sfruttano le api punto, questo mi basta.
 Allo stesso modo so che un conto è essere vegetariani in India, dove la mucca è sacra e non si fa probabilmente un uso e abuso di latticini nè la si fa partorire continuamente, rinchiusa in gabbia a produrre a ritmi disumani quello che doveva essere il cibo destinato alla sua creatura che nel frattempo è finita già morta ammazzata sulle tavole di qualcuno.

Non mi sto mettendo su un piedistallo cercando approvazione, nè sono da santificare perchè per anni e anni ho contribuito inconsapevolmente a queste sofferenze, ma con la consapevolezza di Oggi, di questo preciso istante, sapendo tutto quello che so mi impegno ad evitare quanto più mi è possibile di contribuire a queste sofferenze e mi stupisce ed un po' intristisce quando invece vedo le persone che, nonostante tutto, mettono sempre prima loro e quindi se un tipo mi dice che il tale cibo fa bene alla salute getterà nel cestino tutta la consapevolezza acquisita precedentemente.

Tutto questo a proposito di etica, ma credo che a proposito di salute sia fuor di dubbio che anche se lavorato in modo particolare il burro chiarificato è pur sempre un latticino e contiene ormoni, antibiotici, caseina, etc etc, al pari di qualsiasi altro formaggio e quindi Acidificante per la nostra salute.
 Allo stesso modo non credo ci sia da spiegare che il miele di un'ape sia paragonabile a qualsiasi altro prodotto di origine animale quindi non specie-specifico per noi.

Il problema è che spesso gli studi scientifici si basano sull'analisi dell'alimento a priori, come se noi fossimo frigoriferi e semplicemente si vede che il latte contiene calcio ed il miele contiene, non so, una certa proprietà curativa e allora si stabilisce che può entrare nel frigo, anzi deve per farci ottenere il calcio, il ferro, etc etc... ma noi non siamo frigoriferi.

Tutto quello che entra nel nostro corpo diventa parte di noi, viene scomposto, trasformato ed interagisce prima di tutto con il nostro apparato digerente e poi diventa parte delle nostre cellule e parte dei nostri pensieri.

Quindi il mio intuito cosa mi spinge a fare: dar credito a chi pensa che siamo dei frigoriferi?
Le stesse persone dicono che il pesce e la carne sono indispensabili.

No, il mio intuito mi fa capire che la Verità è dentro di me e non mi servono maestri o medici per dirmi cosa è giusto per me.

Riflettiamoci la prossima volta che mangiamo qualcosa: sto mangiando questa cosa perchè me l'ha suggerito il senso comune? perchè un maestro o un medico mi ha detto che mi fa bene? o perchè io Sento che è buono per me? e quando è Buono per me è buono per tutti (animali ed ambiente) visto che siamo Uno.

con Amore

Mary